Il viaggio

Detto, fatto! Partenza alle ore 7:30 dopo aver fatto le ore piccole ad Avigliana dal Kimo, qualche ora di autostrada, un super expensive tunnel del Frejus (ma nulla rispetto a ciò che ci aspettava in Svizzera), una fermata veloce lungo l'autostrada per permettere ad Ahmed di giocare con il suo nuovo drone, e verso le 13 arriviamo alla struttura dove si terrà la competizione, come avevamo potuto notare dalle storie su instagram della sera precedente, molti "BIG" sono già presenti all'evento, tra cui Joe Scandrett, Dom Tomato ed i vecchi ma buoni Jeremy Lorsignol, Chris Harmat, oltre a loro anche gli esperti atleti di Ginevra, Guillaume Larrazabal, Caryl & company

Pranzi costosi & Spot locali

Chiaramente non abbiamo fatto tutta questa strada per saltare su una struttura di legno, le prime ore dopo l'arrivo sono dedicate a visitare alcuni spot di Ginevra, e permettere ad Ahmed di portare a casa qualche buona ripresa per le pagine di Parkour Torino, tutto questo dopo un pranzo junk food in cui Ahmed ci ha lasciato direttamente il conto in banca, ed un incontro ravvicinato con una gentile guardia Svizzera (segue sotto...)

 

Un post condiviso da KRAP Freestyle (@krapstagram) in data:

...che durante la preparazione di questo front ci ha chiesto di non girare in skate dentro al centro commerciale "You can jump but please don't skate" e dopo che il cappellino di Kim è finito al piano di sotto facendo cadere qualche cover per telefoni da una bancarella, ci chiede "Is this the last jump?" Ahaha, cose da non credere...

Speed Contest

Alle ore 17:30 capitiamo casualmente davanti alla struttura e scopriamo che sta iniziando la preparazione dello speed contest, Davide sarà il primo a partire, con tutti gli oneri del caso, fatto non meno importante, io (Valentino) che sono qui per fare una diretta instagram dell'evento (dopo il successo della diretta delle qualifiche dell'Art Of Motion), decido di iscrivermi allo speed contest per far vedere che "Chi va piano va sano e va lontano"
Qui sotto vedete la run finale del Kim (unico qualificato della cricca) che si piazza ad ottimo sesto posto davanti a mostri come Jaydn Clark e Kamil Tobiasz. (segue sotto...)

 

Un post condiviso da Kim Marco Viberti (@il_kimo) in data:

...Vince lo speed contest un super Guillaume Larrazabal che mette una linea perfetta, saltando un crane dove gli altri mettevano un cat...

Serata in the "Zone" ed notte in Bunker

Dopo la fine dello speed contest ci dirigamo alla "Zone", una casa abbandonata, in utilizzo gratuito dal comune di Ginevra a Paulo Tavares per un pò di allenamento e molto chilling....
Tralasciamo le abitunidini di vita notturna di gran parte dei "Pro Athlete" della scena (segue sotto...)

 

Un post condiviso da KRAP Freestyle (@krapstagram) in data:

...per arrivare a dormire all'interno di un bunker antiatomico di Ginevra, provvisto di letti, docce e cucina, a disposizione di tutti gli atleti stranieri presenti all'evento, gran dormita!!

Giorno 2, altri spot & Style Contest

Svegliati ad un orario decente, dopo un cappuccino da 3,50€ continuamo la ricerca di spot locali per filmare altre cose, io pesto una mega cacca di cane appena arrivati allo spot, mentre Davide, Mirko e Kim chiudono qualche linea nonostante la stanchezza accumulata il giorno prima, non senza qualche imprevisto, ma fa parte del gioco!
Verso le 15:30 è arrivato il momento dello Style contest, l'organizzazione molto approssimativa non ci permette di capire bene come è strutturato, comunque Kim mette giù una bella run con frontflip da altezza e cork to combo ben fatti, dopo quasi un ora è il momento di Davide che tra un webster e un pò di flow chiude la sua run senza cartelle (safety first è la prima regola!) anche Mirko porta a casa una run pulita con un bel gainer a scendere in mezzo a due sbarrette, nessuno passa in finale anche perchè non si capisce se ci sarà o meno una finale, cogliamo l'occasione di non salutare nessuno e partire in auto per casa, non prima però di aver sbagliato strada in dogana.
Veniamo a sapere poi che il contest viene vinto da Johann Tonnoir sul podio insieme a Joe Scandrett e Joel Eggman



Recap

Il Weekend è volato, ma abbiamo fatto un sacco di cose, è stato nuovamente un piacere viaggiare con i ragazzi di Parkour Torino ed è stato bello accompagnare dei ragazzi alla loro prima competizione, lo spirito con cui hanno affrontato le gare è quello giusto, niente fanatismi o rischi eccessivi, mettere alla prova le proprie capacità in un ambiente diverso e sotto la "pressione" di una performance pubblica, questa è la modalità di competizione che ci piace!

Beccatevi il magico video confezionato dal grande Ahmed!

La competizione che diverte - #parkourtempus

Weekend con Parkour Torino! Leggi l'articolo sul blog https://www.krapstore.com/it/blog/la-competizione-che-diverte-a-ginevra-parkourtempus-con-parkour-torino

Posted by Krap on Wednesday, October 18, 2017